Home / Tagli Capelli / Professione parrucchiere: il nuovo consulente di sensazioni

Professione parrucchiere: il nuovo consulente di sensazioni

 

Ci si reca dal parrucchiere per un taglio, una messa in piega o un colore, ma è altrettanto vero che oggi più che mai è predominante la voglia di stare bene, da quando si entra a quando si esce dal salone.

La qualità del servizio rimane centrale, ma tutti quegli aspettiche una volta potevano essere più o meno secondari, ad esempio la luce, la musica o la disposizione dei prodotti, determinano sempre di più l’apprezzamento da parte nostra, come ad esempio la musica di sottofondo tipo Hotel Costes o Montercarlo Nights che sono i must have del consulente globale d’immagine.

Più complesso il discorso degli odori, ogni salone ci presenta una sua profumazione caratteristica, che inconsciamente ci porta ad amarlo o meno.

L’odore di tinta o di permanente del “vecchio parrucchiere” deve lascaire il posto a fragranze evocative e rilassanti.

Si dunque a candele profumate, oli essenziali che riempono l’ambiente senza però infastidire come gli incensi.

Nella percezione del salone perfetto rimane fondamentale la figura del titolare e del personale: ci piace di più chi si rivolge a noi con familiarità e complicità ovviamente sempre con il massimo della discrezione, ci fa sentire importante, perchè, come dice una famosa pubblicità, noi valiamo!

Rimani aggiornato su questa tematica seguendoci su Twitter, aggiungendoci su Facebook  o Google+ o leggendo i nostri articoli via RSS

 

 

Leggi anche

14 tagli TOP a caschetto 2015

  In questo articolo ho deciso di mostrare una raccolta di 14 tagli di capelli ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *